Mercoledì, 1 Dicembre 2021| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Tassa permessi soggiorno, niente rimborso se il permesso è rifiutato

Il solo rimborso riguarda la tassa sul permesso di soggiorno elettronico - Come tutti sappiamo dal 30 gennaio 2012 è stato introdotto il contributo per il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno. L'importo da pagare varia da 80 a 200 euro a seconda delle tipologie e la durata del permesso. Con la circolare emessa il 2 aprile 2012, il Ministero dell'Interno ha risposto ad alcuni quesiti che sono stati posti dagli addetti ai lavori.

Duplicato del permesso di soggiorno: nel caso in cui venga per qualsiasi motivo smarrito il permesso di soggiorno è opportuno fare subito di denuncia di smarrimento. Successivamente è necessario richiedere un duplicato e siccome gli uffici competenti procedono all'emissione di un nuovo documento, lo straniero è obbligato a pagare il contributo. Le indicazioni del Ministero riguardano il pagamento del solo periodo di validità rimanente del permesso stesso.

Rimborso in caso di diniego: il Ministero dell'Interno ha deciso di non restituire il contributo versato nel caso in cui il permesso di soggiorno, per motivi imputabili solo allo straniero, venga rifiutato. L'Amministrazione fa sapere che, essendo comunque un servizio reso al cittadino, non ci sarà nessun rimborso per le somme versate. Discorso diverso per il costo del permesso di soggiorno elettronico. Infatti i 27,50 euro che bisogna pagare tramite bollettino verranno restituiti in caso di non rilascio del permesso di soggiorno. Per il rimborso è necessario presentare istanza specifica al Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Familiari dei cittadini a cui sia stato riconosciuta la protezione internazionale o sussidiaria: con l'introduzione del contributo del permesso di soggiorno, è stato modificato l'art. 5 del Testo unico sull'immigrazione, in cui viene specificato che non è richiesto il versamento del contributo per il rilascio ed il rinnovo del permesso di soggiorno per asilo, per richiesta di asilo, per protezione sussidiaria, per motivi umanitari. Il Ministero dell'Interno ha infine chiarito che l'esclusione non vale per i familiari di questa tipologia di stranieri e pertanto tutti i familiari maggiorenni anche a carico degli stessi, sono obbligati al versamento del contributo sul rinnovo o rilascio del permesso di soggiorno.

 Circolare n. 2655 del 2 aprile 2012 Ministero dell'Interno
Decreto 6 ottobre 2011 “ Contributo per il rilascio ed il rinnovo del permesso di soggiorno”. Chiarimenti circa l'imponibilità o meno del contributo


Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €



Venerdì, 13 Aprile 2012 - a.p.


Per inserire un commento, devi essere registrato. Registrati oppure inserisci username e password in alto.
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »