Martedì, 21 Ottobre 2014| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Visita al CIE di Gradisca, una situazione insostenibile

Troppi 18 mesi di permanenza in questi centri d’accoglienza - Dopo la visita di alcuni parlamentari al centro di identificazione ed espulsione di Gradisca, si alza sempre di più la voce di chi chiede una revisione completa del decreto del 2009 che ha previsto l’introduzione del reato di clandestinità.

La tensione si è percepita non appena la delegazione ha fatto accesso all’interno del Cie. Immigrati sui tetti, minacce di autolesionismo e proteste che hanno costretto le forze dell’ordine ad intervenire prima che qualcuno si facesse male davvero.

Le reazioni sono dovuto sicuramente ad un periodo di trattenimento prolungato, e bisognerebbe trovare un rimedio “a livello parlamentare”. A commentare gli accadimenti è stata la deputata Delia Murer, una componente della delegazione del Pd che grazie all’iniziativa LasciateCientrare, ha potuto controllare personalmente le condizioni di permanenza degli ospiti.

“Mi auguro – ha aggiunto Rosa Villecco Calipari, vicepresidente dei deputati del PD – che se non il senso di umanità, almeno i brutali calcoli economici, cambino l’assurda situazione degli spostamenti da un Cie all’altro da una parte all’altra d’Italia e che si eviti la parcellizzazione degli aspetti burocratici sulla gestione dell’immigrazione clandestina e delle esigenze dei richiedenti asilo”.



Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €



Martedì, 19 Giugno 2012 - a.p.


Per inserire un commento, devi essere registrato. Registrati oppure inserisci username e password in alto.
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »