Mercoledì, 23 Aprile 2014| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Permesso soggiorno per chi denuncia lo sfruttamento da parte del datore di lavoro

SarÓ rilasciato per motivi umanitari e avrÓ durata di sei mesi - E' stato approvato ieri dal Consiglio dei Ministri lo schema di decreto legislativo che recepisce la Direttiva europea n. 53/2009, che di fatto introduce norme relative a sanzioni e a provvedimenti nei confronti di datori di lavoro che occupano cittadini extracomunitari irregolarmente soggiornanti.

Le sanzioni per i datori di lavoro che vengono scoperti ad utilizzare manodopera "in nero" saranno davvero salate. Si parte da un minimo di 1.000 euro per quanto riguarda la sanzione amministrativa e pu˛ avere anche risvolti penali.

Lo schema di legge, quando sarÓ approvato definitivamente, metterÓ la parola fine per quei datori di lavoro che, una volta macchiatisi di tali reati, non potranno in nessun modo accedere alle procedure di assunzione di cittadini extracomunitari attraverso i flussi d'ingresso.

La novitÓ pi¨ importante riguarda sicuramente la concessione del permesso di soggiorno agli stranieri che decidono di collaborare con le autoritÓ, denunciando la propria precaria condizione lavorativa. Il permesso di soggiorno sarÓ rilasciato per motivi umanitari, con validitÓ di sei mesi
e sarÓ rinnovabile e convertibile.

La Direttiva 2009/52/CE, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea del 30 giugno 2009,  ha per˛ un risvolto davvero unico nel suo genere. Da una parte prevede la possibilitÓ da parte dello straniero di denunciare il suo sfruttatore, dall'altra non Ŕ prevista alcuna sanzione nel caso in cui sia lo stesso datore di lavoro ad autodenunciarsi, con buone possibilitÓ di regolarizzare la situazione contrattuale dei propri dipendenti extracomunitari clandestini.



Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €



Sabato, 7 Luglio 2012 - a.p.


Per inserire un commento, devi essere registrato. Registrati oppure inserisci username e password in alto.