Venerdì, 24 Ottobre 2014| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Permesso a chi denuncia il datore di lavoro? Sarà UMAN 5

Il permesso verrà rilasciato solo in casi di particolare sfruttamento lavorativo - Le informazioni contenute sui nuovi decreti hanno permesso solo adesso di poter capire la situazione dello straniero nel caso in cui si trovi senza permesso di soggiorno (scaduto, non rinnovato o mai rilasciato) alle dipendenze di un datore di lavoro sul territorio italiano.

Il datore di lavoro (italiano o straniero in possesso di permesso CE) vedrà rifiutarsi il nulla osta per lavoro subordinato (o lavoro stagionale) nel caso in cui abbia subito negli ultimi cinque anni una condanna per i reati di particolare gravità:
a) se i lavoratori occupati sono in numero superiore a tre;
b) se i lavoratori occupati sono minori in eta' non lavorativa;
c) se i lavoratori occupati sono sottoposti alle altre condizioni lavorative di particolare sfruttamento di cui al terzo comma dell'articolo 603-bis del codice penale.

Lo straniero dovrà trovarsi in una situazione definita “di particolare gravità”, e allora in quel caso potrà ottenere un permesso di soggiorno per motivi umanitari. Lo straniero dovrà però cooperare in tutto l'iter penale, fino al procedimento finale. Sarà la Questura a rilasciarlo, su proposta o con il parere favorevole del Procuratore della Repubblica e avrà durata di sei mesi dal rilascio, rinnovabile alla scadenza anche per un anno e fino alla durata del procedimento contro il datore di lavoro.

Ecco cosa si intende per “altre condizioni lavorative di particolare sfruttamento”:
- la sistematica retribuzione dei lavoratori in modo palesemente difforme dai contratti collettivi nazionali o comunque sproporzionato rispetto alla quantità e qualità del lavoro prestato;
- la sistematica violazione della normativa relativa all'orario di lavoro, al riposo settimanale, all'aspettativa obbligatoria, alle ferie
- la sussistenza di violazioni della normativa in materia di sicurezza e igiene nei luoghi di lavoro, tale da esporre il lavoratore a pericolo per la salute, la sicurezza o l'incolumità personale;
- la sottoposizione del lavoratore a condizioni di lavoro, metodi di sorveglianza o a situazioni allogiative particolarmente degradanti.

Le indicazioni del Ministero dell'Interno sono state quelle di introdurre una nuova tipologia di permesso nei casi che riguardano lo sfruttamento del lavoro nero. La dicitura del permesso sarà UMAN 5 – sfruttamento ambito lavorativo articolo 22 TUI, e servirà anche a monitorare il numero di permessi di soggiorno concessi per questa nuova tipologia.

Il permesso UMAN 5 potrà anche essere revocato anche dopo il rilascio, nei casi di condotta incompatibile con le finalità dello stesso o vengano meno le condizioni che ne hanno giustificato il rilascio.

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €



Martedì, 31 Luglio 2012 - a.p.


Per inserire un commento, devi essere registrato. Registrati oppure inserisci username e password in alto.
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »