Sabato, 31 Ottobre 2020| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Ratificata la Convenzione sul lavoro domestico

Comunicato stampa dell' Organizzazione Internazionale del Lavoro - La Convenzione n. 189 del 2011 sulle lavoratrici e lavoratori domestici è stata depositata dal governo italiano il 22 gennaio scorso presso l’Organizzazione Internazionale del Lavoro  (ILO).
La ratifica di questo trattato mira a migliorare le condizioni di vita e di lavoro di decine di milioni di lavoratori addetti del settore domestico in tutto il mondo.
L’Italia è il quarto Stato membro dell’ILO e il primo tra gli Stati membri dell’Unione Europea a ratificare questa norma. Infatti, risulta tra i tre più grandi paesi datori di lavoro domestico in Europa, con una percentuale di donne dell’88 per cento sul totale dei lavoratori di questo settore. Un risultato che ha ricevuto plausi da ogni parte e che ha fatto conquistare a questo Paese la vetta nella lotta globale contro lo sfruttamento, le diseguaglianze e la discriminazione.
La ratifica da parte dell’Italia dimostra il forte impegno del nostro paese verso i principi e i valori dell’ILO, in particolare per il concetto fondamentale del lavoro dignitoso per una delle categorie di lavoratori più vulnerabili.
il Direttore Generale dell’ILO, Guy Ryder, ha dichiarato: "che cresce sempre di più la volontà di arrivare ad una rapida e diffusa ratifica di questa Convenzione, e io sono fiducioso che molti paesi seguiranno l’esempio dell’Italia”.

Convenzione n. 189 del 2011


Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €



Martedì, 29 Gennaio 2013 - a.p.


Per inserire un commento, devi essere registrato. Registrati oppure inserisci username e password in alto.
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »