Lunedì, 15 Luglio 2019| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Intergruppo parlamentare sull'immigrazione: il mondo è cambiato

All'orizzonte nasceranno nuove politiche sull'immigrazione - Quello che oggi occorre in Italia è superare certe barriere di carattere solo ideologico che vedono nell'immigrato una persona che come tale deve rimanere, per una volta non vogliamo parlare di immigrazione clandestina ma del principio di fondo. Vedendo agli altri stati europei le politiche tese alla integrazione sono maggiormente concrete, l'immigrato regolare è considerato un cittadino come gli altri, lavora e paga le tasse e come tale ha gli stessi diritti.

Lasciando per  un attimo da parte la battaglia ideologica della Lega Lombarda che vede nei figli degli immigrati non cittadini italiani ma persone figli di immigrati, bisogna fare per forza di cose un salto di qualità. Il motivo nello specifico è il seguente: pensare a degli immigrati come a persone di secondo livello rispetto ai cittadini italiani è sbagliato, i figli degli immigrati devono avere il diritto di acquisire la cittadinanza italiana. Una tematica dibattuta che nel corso delle discussioni legate al gruppo parlamentare sull'immigrazione hanno visto una concordanza d'intenti e di visioni, sia da destra che da sinistra è emersa la chiara visione di un mondo che è cambiato. La politica deve fare i conti con dei mutamenti radicali nella società italiana, tuttavia se la società è cambiata deve cambiare anche la mentalità, la domanda che ci dobbiamo porre è se sia giusto ancora ritenere valido il diritto inteso come  ius sanguinis.

In poche parole per quella che è l'attuale visione delle cose, dovremmo considerare italiano solo chi nasce da genitori italiani, considerando ancora come immigrato la persona che nasce in Italia da genitori di origine non italiana. Una visione delle cose che la politica e la medesima società comincia a considerare come anacronistica, in realtà in una vera democrazia la persona che nasce in Italia e contribuisce con il suo operare corretto a far crescere la società in cui vive dovrebbe essere a tutti gli effetti considerato italiano.

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €



Giovedì, 6 Giugno 2013 - Alessandro Baldini


Per inserire un commento, devi essere registrato. Registrati oppure inserisci username e password in alto.
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »