Domenica, 29 Maggio 2022| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Cittadinanza, si torna a parlare di "ius soli" per le nuove generazioni

La paura di alcune forze politiche è quella legata al fatto di perdere il consenso popolare - Sono giorni che si parla dello ius soli e di come applicarlo, molte forze politiche se non quasi tutti sono consapevoli del fatto che attualmente la normativa è eccessivamente rigida, per questa motivazione bisogna apportare dei cambiamenti. Come farli e in che modo farli recepire dal paese come positivi e giusti è la vera sfida, il banco di prova della politica si basa proprio sul fatto di non cadere preda di ideologi politiche o prese di posizione. Una parte politica non deve rispecchiare solo l'elettorato che rappresenta, in una presa di posizione ci deve essere uno sguardo lungimirante a quei cambiamenti che per loro natura sono necessari. La paura di alcune forze politiche è quella legata al fatto di perdere il consenso popolare, la base degli elettori che ha dato fiducia a un determinato movimento è molto importante per andare avanti.

Dall'altra parte per allargare il consenso alla propria base e non solo, per forza di cose occorre avere una visione maggiormente elastica delle problematiche, facendo in modo tale che queste siano sviscerate fino in fondo. Lo ius soli è una questione e una tematica aperta, da più parti si sono sprecate dichiarazioni politiche di possibili revisioni alla legge, il problema vero è come mettere mano all'attuale norma cercando di non scontentare nessuno.

Il problema italiano è proprio questo, di fronte a decisioni magari impopolari e non sempre apprezzate c'è la paura di perdere consensi ed elettorato, si finisce da questo punto di vista per prendere decisioni che vanno incontro a tutti senza accontentare nessuno. Lo ius soli secondo Zaia, governatore del Veneto parla di una riforma nella quale i bambini figli degli immigrati non abbiano problemi ad avere il riconoscimento della cittadinanza italiana, questo però con la specifica di sapere la lingua italiana, la storia italiana e la cultura.

Un abbozzo di possibile riforma concepito su basi differenti, italiani si ma conoscendone la storia.

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €



Giovedì, 20 Giugno 2013 - Alessandro Baldini


Per inserire un commento, devi essere registrato. Registrati oppure inserisci username e password in alto.
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »