Sabato, 31 Ottobre 2020| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Circolare n. 4113 del 21 maggio 2012 Ministero Interno

Regno Unito, Irlanda e Danimarca: corretta applicazione della Direttiva 2003/109/CE del Consiglio del 25 novembre 2003, relativa allo status dei cittadini dei Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, così come recepita dal decreto legislativo 8 gennaio 2007, n. 3. -

Ministero Interno
Dipartimento della Pubblica Sicurezza
Direzione Centrale dell'Immigrazione e della Polizia delle Frontiere

OGGETTO: Regno Unito, Irlanda e Danimarca: corretta applicazione della Direttiva 2003/109/CE del Consiglio del 25 novembre 2003, relativa allo status dei cittadini dei Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, così come recepita dal decreto legislativo 8 gennaio 2007, n. 3.

Sono pervenuti a questa Direzione Centrale numerosi quesiti formulati da codesti Uffici di frontiera, co i quali è stato chiesto di chiarire se ai viaggiatori stranieri provenienti dal Regno Unito, dall'Irlanda e dalla Danimarca, muniti di un titolo di soggiorno di lunga durata o anche a tempo indeterminato, concesso da questi stessi Paesi dell'Unione, possano essere applicate le disposizioni contenute nella Direttiva 2003/109/CE del Consiglio del 25 novembre 2003, relativa allo status dei cittadini dei Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo; in particolare, è stato chiesto di precisare se tale categoria di persone possa fare ingresso sul territorio nazionale in esenzione del visto, in forza della previsione normativa contenuta negli articoli 9, comma 12 (1) e 9 bis, comma 5 (2), del novellato decreto legislativo 286/98 (3).

Al riguardo, va evidenziato che, in considerazione di quanto esplicitamente rilevato nei considerando 25 e 26 della direttiva 2003/109/CE, il Regno Unito, l'Irlanda e la Danimarca non partecipando all'adozione della sudedetta norma comunitaria, non sono vincolati da essa nè, pertanto, sono soggetti alla relativa applicazione.
Proprio in forza di tale principio, sui titoli di soggiorno di lunga durata o anche a tempo indeterminato, esibiti da tale categorie di stranieri non è mai riportata, nella rubrica tipo permesso, l'iscrizione soggiornante di lungo periodo - CE, specificamente prevista dall'articolo 8, comma 3 della stessa direttiva, nei casi di puntuale attuazione.

Ciò detto, si rende necessario precisare che per la corretta applicazione delle previsioni contenute negli articoli 9, comma 12 (4) e 9 bis, comma 5 (5), del richiamato decreto legislativo 286/98, si dovrà sempre tener conto sia dei principi sanciti nei considerando 25 e 26 della direttiva 2003/109/CE che delle norme, di carattere generale, contenute nella sezione 1.1 e seguenti, della Raccomandazione della Commissione 06/11/2006 che istituisce un "Manuale pratico per le gudie di frontiera" (manuale Schengen) comune, ad uso delle autorità competenti degli Stati membri per lo svolgimento del controllo di frontiera sulle persone (aggiornato al maggio 2012)

Attesa la particolare rilevanza della tematica, si invitano i Signori Dirigenti le Zone di Polizia di Frontiera a voler estendere, con urgenza, il contenuto con attribuzioni di polizia di frontiera.
Si ringrazia per la consueta collaborazione e si resta a disposizione per eventuali, ulteriori chiarimenti.

IL DIRETTORE CENTRALE
Rodolfo Ronconi

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

1. Cfr con il comma 12 dell'articolo 9 che prevede: "..., il titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, può:
a) fare ingresso nel territorio nazionale in esenzione di visto e circolare liberamente sul territorio nazionale...";

2. Cfr. con il comma 5 dell'articolo 9-bis che prevede: "5. Agli stranieri di cui ai commi 1 e 3 è consentito l'ingresso nel territorio nazionale in esenzione del visto...";

3. Come noto, queste parti sono state introdotte dall'articolo 1 del decreto legislativo 8 gennaio 2007, n. 3.

4. Cfr. con il comma 12 dell'articolo 9 che prevede: "... il titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lundo periodo, può:
a) fare ingresso nel terriotiro nazionale in esenzione di visto e circolare liberamente sul territorio nazionale,,,";

5. Cfr. con il comma 5 dell'articolo 9-bis che prevede: "5. Agli stranieri di cui ai commi 1 e 3 è consentito l'ingresso nel territorio nazionale in esenzione di visto..." 




Domenica, 24 Giugno 2012

 
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »