Giovedì, 14 Dicembre 2017| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Decreto 8 giugno 2017 Presidenza del Consiglio dei Ministri (GU n.213 del 12-9-2017)

Fondo di sostegno alla natalita'

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA

IL MINISTRO
PER GLI AFFARI REGIONALI
E LE AUTONOMIE
con delega in materia di politiche per la famiglia

 
di concerto con
 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA
E DELLE FINANZE  


  Visto l'art. 1, comma 348, della legge 232  dell'11  dicembre  2016 (Legge di Bilancio per l'anno 2017), il quale , al fine di  sostenere le famiglie e di  incentivare  la  natalita',  istituisce  presso  la Presidenza del Consiglio dei ministri  un  apposito  fondo  rotativo, denominato «Fondo di  sostegno  alla  natalita'»,  volto  a  favorire l'accesso al credito delle famiglie con uno  o  piu'  figli,  nati  o adottati a decorrere dal 1° gennaio 2017,  mediante  il  rilascio  di garanzie dirette, anche fideiussorie, alle banche e agli intermediari finanziari;
  Visto l'art. 1, comma 349,  della  citata  legge  di  Bilancio  per l'anno 2017, il quale prevede che la dotazione del Fondo di  sostegno alla natalita' e' pari a 14 milioni  di  euro  per  l'anno  2017,  24 milioni di euro per l'anno 2018, 23 milioni di euro per l'anno  2019, 13 milioni di euro per l'anno 2020  e  6  milioni  di  euro  annui  a decorrere dall'anno 2021;
  Visto l'art. 19, comma 5, del decreto-legge 1° luglio 2009, n.  78, convertito, con modificazioni dalla legge 3 agosto 2009, n.  102,  il quale stabilisce  che  «le  amministrazioni  dello  Stato,  cui  sono attribuiti per legge fondi o interventi pubblici,  possono  affidarne direttamente la gestione, nel  rispetto  dei  principi  comunitari  e nazionali conferenti, a societa' a capitale interamente pubblico,  su cui le predette amministrazioni esercitano  un  controllo  analogo  a quello esercitato  su  propri  servizi  e  che  svolgono  la  propria attivita' quasi  esclusivamente  nei  confronti  dell'amministrazione dello Stato. Gli oneri di gestione e le spese di funzionamento  degli interventi relativi ai fondi sono a carico delle risorse  finanziarie dei fondi stessi»;
  Visti gli articoli 5 e 192 del decreto legislativo 18 aprile  2016, n.  50,  concernente   l'attuazione   delle   direttive   2014/23/UE, 2014/24/UE  e  2014/25/UE  sull'aggiudicazione   dei   contratti   di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti  e dei servizi postali, nonche' per il riordino della disciplina vigente in materia  di  contratti  pubblici  relativi  a  lavori,  servizi  e forniture;
  Considerato che il  citato  art.  1,  comma  349,  della  legge  di Bilancio per l'anno 2017, dispone che con decreto  del  Ministro  con delega in materia di politiche per la famiglia, di  concerto  con  il Ministro dell'economia e delle finanze, sono stabiliti i criteri e le modalita' di organizzazione e di  funzionamento  del  Fondo,  nonche' quelli di rilascio e di operativita' delle garanzie;
  Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in  data 26 gennaio 2017 con il quale all'On. Avv. Enrico Costa, Ministro  per gli affari regionali e le autonomie, e' stata conferita la delega  di funzioni in materia di politiche per la famiglia;
  Ritenuta la necessita' che l'amministrazione competente ad  attuare le misure di cui al predetto art. 1, commi 348  e  349,  non  essendo dotata di una struttura amministrativa adeguata, si avvalga ai  sensi del citato art. 19, comma 5, del decreto-legge n. 78 del 2009 di  una societa' a capitale interamente pubblico, affidando direttamente alla stessa l'esecuzione di attivita' relative alla gestione del Fondo;


Decreto 8 giugno 2017

 

Giovedì, 8 Giugno 2017

 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »