Domenica, 16 Maggio 2021| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Circolare n. 377 del 1 febbraio 2011
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

D.P.C.M. 30 novembre 2010. Programmazione transitoria dei flussi di ingresso per lavoratori extracomunitari non stagionali nel territorio dello Stato per l'anno 2010. Attribuzione quote -

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Direzione Generale dell'Immigrazione


Direzione Regionali del Lavoro
Loro Sedi

Direzioni Provinciale del Lavoro
Loro Sedi

Regione Autonoma
Friuli Venezia Giulia – Servizio per il Lavoro
Trieste

Regione Siciliana
Assessorato del Lavoro - Uff. Reg. Lavoro – Ispett. Reg. Lavoro

Provincia Autonoma di Bolzano
-Rip. 19 -Uff. Lavoro – Isp. Lavoro

Provincia Autonoma di Trento
Dipartimento Servizi Sociali - Servizio Lavoro

e, per conoscenza:

Ministero dell'Interno
Dipartimento per le LIbertà Civili e l'Immigrazione
Direz. C.le per le Politiche dell'Immigrazione e dell'Asilo
Dipartimento della Pubblica Sicurezza
Direz. C.le dell'Immigrazione e della Polizia delle Frontiere
ROMA

Ministero degli Affari Esteri
D.G.P.I.E.M. - Uff. VI Centro Visti
ROMA

Assessorati Regionali al Lavoro
Loro Sedi

INPS – Direzione Generale
ROMA

OGGETTO: D.P.C.M. 30 novembre 2010 . Programmazione transitoria dei flussi di ingresso per lavoratori extracomunitari non stagionali nel territorio dello Stato per l'anno 2010.
Attribuzione quote.

Si fa seguitgo alla circolare congiunta a firma del Direttore Generale dell'immigrazione e del Direttore Centrale delle politiche dell'immigrazione e dell'asilo datata 3 gennaio 2011 , con la quale sono state fornite le linee generali relative alle procedure di attuazione del D.P.C.M. del 30.11.2010, recante la "Programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori extracomunitari non stagionali nel territorio dello Stato per l'anno 2010", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale delle Repubblica Italiana -serie generale n. 305.

In conformità a quanto già comunicato (v. note del 19 e 31 gennaio u.s.), con la presente nota si procede alla prima attribuzione - attraverso il sistema SILENT - per ciascuna provincia delle quote di lavoro subordinato per le nazionalità privilegiate (All.1), sulla base dei dati dorniti dal Ministero dell'interno successivamente allo svolgimento del primo giorno di click day (31 gennaio 2011), ferma restando la data del 3 febbraio per la ripartizione di una quota minima di lavoro domestico.
L'ulteriore attribuzione di quote a livello provinciale per le comunitàprivilegiate e per l'assistenza familiare sarà effettuata entro il 15 febbraio p.v., successivamente agli esiti delle consultazioni a livello locale.

Con l'occasione, si evidenzia che il 1° gennaio 2011 sono stati aggiornati i minimi retributivi di cui alle tabelle A, B, C, D ed E del CCNL del lavoro domestico, nonchè i valori convenzionali di vitto ed alloggio sulla base dei dati ISTAT legati all'aumento del costo della vita: si trasmette, in allegato, il prospetto contenente le suddette tabelle (all.2)

Per quanto riguarda l'accertamento istruttorio sui dati reddituali del datore di lavoro, si confermano le disposizioni precedentemente impartire, rammentando che codeste direzioni provinciali potranno avvalersi del sistema SIATEL dell'Agenzia delle entrate a disposizione degli sportelli unici.
Si ribadisce che la capacità economica è sussustente nel caso in cui il richiedente possegga un reddito annuo al netto delle imposte d'importo almeno doppio rispetto all'ammontare della retribuzione annuale dovuta al lavoratore da assumere, aumentata dei connessi contributi.
Si prescinde dalla verifica della capacità economica qualora ricorrano le condizioni stabilite dall'ultimo capoverso del citato articolo 30-bis, comma 8, del D.P.R. 394/199, come modificato dal D.P.R. 334/2004 (v. da ultimo circolare n. 7 del 2006 del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali.).
Si fa presente, altresì, che relativamente al datore di lavoro con reddito derivante da attività di impresa agricola che intende assumere un lavoratore del settore domestico, si è in attesa del definitivo parere dell'Agenzia delle entrate in ordine alla possibilità di tenere conto anche di altri indici di disponibilità reddituale ai fini del raggiungimento della soglia minima di capacità economica come sopra indicata.

Il Direttore Generale
Natale Forlani


Attribuzione quote



Martedì, 1 Febbraio 2011

 
 
Newsletter

Iscriviti alla newsletter, sarai aggiornato sulle ultime notizie.

Iscriviti »
Help.Immigrazione

E' un nuovo canale dove potrai trovare tutte le risposte alle tue domande.

Frequently Asked Questions (FAQ) »
Contattaci

Puoi contattarci compilando il modulo sottostante.

Online contact form »