Mercoledì, 22 Maggio 2024| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Presentato al Senato il nuovo ddl sulla sicurezza

Istituito il reato di ingresso illegale - Il ddl sulla sicurezza presentato al Senato contiene l'istituzione del reato di ingresso illegale. Lo straniero che entra in Italia violando la normativa sarà giudicato con rito direttissimo e rischia la reclusione da sei mesi a quattro anni e il giudice, nel pronunciare sentenza di condanna ne ordinerà l'espulsione dello straniero.

L' immigrato che commette un reato in Italia per il quale è previsto l’arresto obbligatorio in flagranza di reato, verrà giudicato pericoloso dal giudice e di questa sua condotta si dovrà tenere conto in sede di rinnovo del permesso di soggiorno

Il provvedimento costituito da 20 articoli, oltre a prevedere l’introduzione del reato di immigrazione clandestina nell'ordinamento italiano, prevede anche la realizzazione di nuovi centri di accoglienza per un numero complessivo di posti di 4.640 per gli stranieri clandestini, metà dei quali costruiti ex novo, mentre l'altra metà sarà realizzata tramite ristrutturazioni di edifici già esistenti.

Nei centri di accoglienza, gli immigrati clandestini potrano essere trattenuti per un periodo massimo di 18 mesi, ad ogni modo, la permanenza nel Centri di identificaziione ed espulsione, è stabilita in 60 giorni prorogabili fino a quando non si riuscira' ad identificare il clandestino e fino a quando quest'ultimo collaborerà per far conoscere la propria identità e nazionalità.

In particolare la norma delinea la nuova fattispecie di reato di impiego di minori nell’accattonaggio occupandosi inoltre dei money transfer, i cui gestori debbono necessariamente registrare la copia di un documento di identità da ogni cliente e, se questi è straniero, anche la copia del permesso di soggiorno.

Il disegno di legge si propone altresì di contrastare il fenomeno, purtroppo sempre più frequente, dei cosiddetti «matrimoni di comodo» che da un lato foraggiano l’attività criminale e dall’altro possono risolversi in un danno per persone in cerca di un affetto. Vengono stabiliti termini più rigorosi per l’acquisto della cittadinanza iure matrimonii (ridotti della metà in presenza di figli nati dai coniugi) prevedendo che il regime matrimoniale debba sussistere anche nel momento, successivo, dell’adozione del decreto del Ministro dell’interno di conferimento dello status civitatis.

Leggi la relazione tecnica del Senato della Repubblica

Disegno di legge A.S. n. 692 “Conversione in legge del decreto-legge 23 maggio 2008, n. 92, recante misure urgenti in materia di sicurezza pubblica” maggio 2008 n. 9 ufficio ricerche
www.senato.it


Disegno di legge presentato dal Presidente del Consiglio dei Ministeri

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €



Giovedì, 5 Giugno 2008 - a.p.


Per inserire un commento, devi essere registrato. Registrati oppure inserisci username e password in alto.