Martedì, 23 Aprile 2024| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 19 luglio 2023 (GU n.189 del 14-8-2023)

Integrazione della programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato per l'anno 2022

IL PRESIDENTE
DEL CONSIGLIO DEI MINSTRI

 
  Vista  la  legge  23  agosto  1988,  n.  400,  recante  «Disciplina dell'attivita'  di  Governo  e  ordinamento  della   Presidenza   del Consiglio dei ministri»;
  Visto il decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286,  e  successive modificazioni  ed  integrazioni,  recante  il   testo   unico   delle disposizioni concernenti  la  disciplina  dell'immigrazione  e  norme sulla  condizione  dello   straniero,   di   seguito   «testo   unico dell'immigrazione e, in  particolare,  l'art.  3,  comma  4,  ove  si prevede  che  la  determinazione  annuale  delle  quote  massime   di stranieri da ammettere nel territorio dello Stato avviene con decreto del Presidente del Consiglio dei  ministri  sulla  base  dei  criteri generali individuati nel documento programmatico  triennale  relativo alla politica dell'immigrazione  e  degli  stranieri  nel  territorio dello  Stato  «In  caso  di  mancata  pubblicazione  del  decreto  di programmazione annuale, il Presidente del Consiglio dei ministri puo' provvedere in via  transitoria,  con  proprio  decreto»,  consentendo l'emanazione di ulteriori decreti integrativi qualora se  ne  ravvisi l'opportunita';
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999, n. 394, recante il regolamento  di  attuazione  del  testo  unico  delle disposizioni concernenti  la  disciplina  dell'immigrazione  e  norme sulla condizione dello straniero, a norma dell'art. 1, comma  6,  del citato decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286;
  Vista  la  legge  4  agosto  2022,  n.  122,  di  conversione   del decreto-legge  21  giugno  2022,  n.  73  che  agli  articoli  42-44, nell'ambito delle misure per la semplificazione  delle  procedure  di rilascio del nulla osta al lavoro e delle verifiche di  cui  all'art. 30-bis, comma 8, del  decreto  del  Presidente  della  Repubblica  31 agosto 1999, n.  394,  ha  predisposto  norme  di  semplificazione  e snellimento del processo di rilascio  dei  nulla  osta  di  cui  agli articoli 22 e 24 del testo unico per  l'immigrazione  valevoli  anche per l'anno 2022;
  Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri  del  29 dicembre 2022, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale  della  Repubblica italiana n. 21 del 26 gennaio 2023,  concernente  la  «Programmazione transitoria dei flussi d'ingresso dei lavoratori stranieri  residenti all'estero nel territorio  dello  Stato  per  l'anno  2022»,  che  ha previsto una quota complessiva  di  82.705  cittadini  stranieri  per l'ingresso in Italia per motivi di lavoro  subordinato  stagionale  e non stagionale e di lavoro autonomo;
  Ravvisata  l'esigenza  di  incrementare  le  quote  stabilite   col predetto decreto del Presidente del Consiglio  dei  ministri  del  29 dicembre 2022, tenuto conto  dei  fabbisogni  evidenziati  dal  mondo economico e  produttivo  nazionale  relative  al  lavoro  subordinato stagionale, per le  esigenze  del  settore  agricolo  e  del  settore turistico-alberghiero;
 
 Decreta:
 
 Art. 1
 
  1. Le quote di lavoro subordinato stagionale nei settori agricolo e turistico-alberghiero, relative a cittadini non comunitari  residenti all'estero di cui all'art. 6, comma 1, del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 29 dicembre 2022 sono  incrementate,  fino alla concorrenza di complessive 40.000 unita' e in deroga alla  quota complessiva di cui all'art. 1 del predetto decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 29 dicembre 2022, a valere sulle domande  gia' presentate alla data di  pubblicazione  del  presente  decreto  nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Art. 2
 
  1. I Ministeri dell'interno, del lavoro e delle politiche  sociali, dell'agricoltura, della sovranita' alimentare e  delle  foreste,  del turismo,  sentito  il  Ministero  degli   affari   esteri   e   della cooperazione  internazionale,  con  apposita   circolare   congiunta, provvederanno a definire eventuali ulteriori  disposizioni  attuative relative all'applicazione del presente decreto.

    Roma, 19 luglio 2023
 
Il Presidente       
del Consiglio dei ministri
Meloni          


Registrato alla Corte dei conti l'8 agosto 2023 Ufficio di controllo sugli atti della Presidenza  del  Consiglio  dei ministri, del Ministero della giustizia e del Ministero degli  affari esteri e della cooperazione internazionale, n. 2252


 

Mercoledì, 19 Luglio 2023