Venerdì, 21 Giugno 2024| Il portale di riferimento per gli immigrati in Italia
username   password [?]
 
 

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 19 gennaio 2024 (GU Serie Generale n.26 del 01-02-2024)

Programmazione dei flussi d'ingresso legale in Italia dei lavoratori non comunitari per il triennio 2023-2025. Modifica date click day.

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
 
  Vista  la  legge  23  agosto  1988,  n.  400,  recante  «Disciplina dell'attivita'  di  Governo  e  ordinamento  della   Presidenza   del Consiglio dei ministri»;
  Visto il decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286,  e  successive modificazioni  ed  integrazioni,  recante  il  «Testo   unico   delle disposizioni concernenti  la  disciplina  dell'immigrazione  e  norme sulla condizione dello straniero» e, in particolare, l'art.  21,  che prevede tra l'altro quote riservate a favore di paesi che collaborano nelle politiche di regolamentazione dei  flussi  d'ingresso  e  nelle procedure di riammissione, nonche' una quota d'ingresso riservata  ai lavoratori di origine italiana;
  Visto il decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999, n. 394, recante il «Regolamento di  attuazione  del  testo  unico  delle disposizioni concernenti  la  disciplina  dell'immigrazione  e  norme sulla condizione dello straniero, a norma dell'art. 1, comma  6,  del citato decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286»;
  Visto il Capo I del Titolo III del decreto-legge 21 giugno 2022, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2022, n. 122, recante «Misure per la semplificazione delle  procedure  di  rilascio del nulla osta al lavoro e delle verifiche di  cui  all'art.  30-bis, comma 8, del decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto  1999, n. 394»;
  Visto il decreto-legge  10  marzo  2023,  n.  20,  convertito,  con modificazioni,  dalla  legge  5   maggio   2023,   n.   50,   recante «Disposizioni urgenti in materia di flussi  di  ingresso  legale  dei lavoratori stranieri e di prevenzione e  contrasto  dell'immigrazione irregolare», e, in particolare l'art. 1, commi  1,  2  e  3,  ove  si prevede che  la  determinazione  triennale  delle  quote  massime  di stranieri da ammettere nel territorio dello Stato avviene con decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei   ministri,   in   deroga   alle disposizioni dell'art. 3, comma 1, del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla  condizione dello straniero di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, secondo  la  procedura  e  sulla  base  dei  criteri   generali   ivi disciplinati;
  Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri  del  27 settembre 2023, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della  Repubblica italiana n. 231 del 3 ottobre 2023,  concernente  la  «Programmazione dei flussi d'ingresso legale in Italia dei lavoratori  stranieri  per il triennio 2023-2025», che ha  previsto  una  quota  complessiva  di 452.000 cittadini stranieri per l'ingresso in Italia  per  motivi  di lavoro subordinato stagionale e non stagionale e di lavoro autonomo;
  Ravvisata l'esigenza rappresentata dal  Ministero  dell'interno  di differire, per l'anno 2024, i  termini  per  la  presentazione  delle richieste di nulla osta al lavoro per gli ingressi nell'ambito  delle quote stabilite annualmente, al fine  di  evitare  che  tali  termini vengano  a  sovrapporsi   con   il   completamento   dell'istruttoria procedimentale  delle  istanze  presentate  nell'ambito  del  decreto flussi per l'anno 2023;
 
 Decreta:

Art. 1

Termini per la presentazione delle richieste di nulla osta al lavoro nell'ambito dei flussi di ingresso legale in Italia per l'anno 2024

1. I termini per la presentazione delle richieste di nulla osta al lavoro per gli ingressi nell'ambito delle quote, di cui all'art. 8, comma 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 27 settembre 2023 decorrono dalle ore 9,00 del 18, del 21 e del 25 marzo 2024, in luogo del 5, del 7 e del 12 febbraio 2024.

Il Presidente del Consiglio dei ministri: Meloni

Registrato alla Corte dei conti il 30 gennaio 2024  Ufficio di controllo sugli atti della Presidenza  del  Consiglio  dei ministri, del Ministero della giustizia e del Ministero degli  affari esteri e della cooperazione internazionale, n. 272


 

Venerdì, 19 Gennaio 2024